Oci Ciornie 0

Venezia omaggia Marcello Mastroianni con il restauro di Oci Ciornie

A vent’anni dalla scomparsa di Marcello Mastroianni, la 73ª Mostra Internazionale del Cinema di Venezia oggi rende omaggio a un simbolo incarnato della storia del cinema con la presentazione in anteprima mondiale – nella sezione Venezia Classici – del restauro della versione lunga di Oci Ciornie il capolavoro di Nikita Michalkov che nel 1987 valse a Mastroianni uno strameritato premio per la Miglior interpretazione al Festival di Cannes. Il film è anche l’ultima interpretazione di Silvana Mangano.

Oci Ciornie 1

Commedia divertente, commovente, malinconica e ironica, Oci Ciornie è ispirato ad alcuni racconti di Anton Čechov. Romano (Marcello Mastroianni) è un uomo di mezza età che, dopo aver mentito una volta, non può più fermarsi. Una mattina, a bordo di un piroscafo, racconta ad un signore russo la storia della sua vita. Gli narra l’incontro tra lui e una giovane russa dagli splendidi occhi neri (oci ciornie), il loro folle amore di una notte e l’improvviso abbandono. Tormentato dal ricordo di quella donna, l’italiano si reca in Russia alla sua ricerca.

Autentico monumento all’arte attorica di Marcello Mastroianni (che con questa interpretazione conquistò anche una nomination agli Oscar 1988 come Miglior Attore), il film attraverso le reminiscenze di un italiano confessate su un piroscafo a un signore russo, intreccia racconti e ispirazioni dall’opera di Cechov, autore prediletto, come dichiarato dall’attore stesso: “forse amo Cechov in modo così speciale, perché i suoi personaggi, i suoi racconti, somigliano alla vita. O forse corrispondono meglio alla mia natura, anche alla mia natura d’attore”.

Oci Ciornie 2

Il restauro – voluto da Istituto Luce Cinecittà, CSC–Cineteca Nazionale e VIGGO Srl in collaborazione con RAI Cinema – propone la versione lunga del film, una versione inedita, ricca di varianti d’autore. Con un recupero che riporta eccezionalmente alla luce 20 minuti inediti restituendo al film personaggi, scene e un diverso finale.


EXTRA – Viaggio nel Cinema in 3D – Una Storia Vintage

Sempre a Venezia Classici, oggi verrà presentato Viaggio nel Cinema in 3D – Una Storia Vintage di Jesus Garcès Lambert, con la voce narrante di Sergio Castellitto. Una storia piena di meraviglia, invenzioni, cadute e risalite di uomini visionari che, con poca tecnica e molta immaginazione, hanno inseguito il sogno di oltrepassare lo schermo cinematografico e dare un corpo alle immagini attraverso il 3D.

"Viaggio nel Cinema in 3D"

“Viaggio nel Cinema in 3D”

Molto prima di Avatar e del digitale, nomi come Louis Lumière, Alfred Hitchcock, Paul Morrissey e tanti altri si sono cimentati con il cinema in 3D. Questo documentario ne ripercorre la storia in un’appassionante e scrupolosa ricerca archeologica che riporta alla luce dall’oblio un patrimonio dimenticato di film, passione, e storie di cinema.

“Ripercorrere la storia del cinema 3D è stato un tuffo in un mondo di sognatori, inventori, visionari. Un’avventura che parte dagli esperimenti dei padri della settima arte e che ci porta in una giostra di alti e bassi che dura da più di cento anni”.

Jesus Garcès Lambert