Poesia Senza Fine 0

Alejandro Jodorowsky si racconta con una Poesia Senza Fine

Presentato nel 2016 nella sezione Quinzaine del Festival di Cannes e al Festival di Locarno, giovedì 18 gennaio arriva al cinema Poesia Senza Fine, il film autobiografico scritto e diretto dall’artista e studioso Alejandro JodorowskyPoesia Senza Fine è il secondo capitolo autobiografico dell’artista di origini cilene e comincia proprio dove si interrompe La Danza Della Realtà, cronaca dell’infanzia cilena dell’autore.


Nel fermento della capitale cilena degli anni Quaranta e Cinquanta, Alejandrito Jodorowsky, ventenne, decide di diventare poeta contro la volontà della famiglia. Immerso nel mondo artistico e bohémien dell’epoca, fa la conoscenza di Enrique Lihn, Stella Diaz, Nicanor Parra e molti altri giovani scrittori che diventeranno maestri della letteratura moderna sudamericana. Circondato da quest’universo di intellettuali e sperimentazione poetica, vivrà una vita come pochi hanno osato vivere: sensualmente, autenticamente, liberamente, follemente.

Poesia Senza Fine 1

Poesia Senza Fine è un’ode alla vita e all’amore che fa ridere e piangere. Sesso, amore, amicizia, passione, famiglia, religione, morte, tutto quello che fa una vita, si ritrova raccontato da Jodorowsky con quel suo linguaggio surreale e psichedelico che incanta e ipnotizza. Una vena ironica e divertente serpeggia nel film che, sovraccarico di sentimento e lirica, riesce a tenere viva l’attenzione dello spettatore regalando momenti di puro cinema.