324219

Dall’infanzia all’adolescenza: dodici anni di vita raccontati fedelmente in Boyhood, l’innovativo film di Richard Linklater

Sarà nelle sale da domani Boyhood, l’innovativo film scritto e diretto da Richard Linklater con Patricia Arquette, Ethan Hawke, Ellar Coltrane e Lorelei Linklater. La pellicola è stata girata per brevi periodi tra il 2002 e il 2013, e rappresenta un’esperienza cinematografica innovativa che copre 12 anni di vita di una famiglia. Al centro della storia c’ è Mason, che assieme alla sorella Samantha, vive un viaggio emozionale e trascendente attraverso gli anni, dall’infanzia all’età adulta.

 “Semplicemente non c’è mai stato nulla di simile a questo film” (Logan Hill, Rolling Stone); “Un film unico al mondo” (Mike Ryan, Huffington Post); “Un film unico nel suo genere che colpisce perché profondo e vero” (Owen Gleiberman, Entertainment Weekly); “Un capolavoro che non ha eguali nella storia del cinema” (Andrew O’Hehir, Salon). Si sprecano gli elogi della critica su Boyhood, una fiction drammatica che coinvolge lo stesso cast di attori nell’arco di 12 anni in un viaggio unico nel suo genere, ed allo stesso tempo epico ed intimo, passando dalla spensieratezza dell’adolescenza, alle difficoltà della famiglia moderna attraverso il passare inesorabile del tempo.

Un giovane Ellar Coltrane

Un giovane Ellar Coltrane

Il film racconta dieci anni di vita di Mason (Ellar Coltrane), a partire da quando era un bambino di 6 anni, percorrendone le vicende familiari fatte di controversie, matrimoni vacillanti e nuove nozze, cambi di scuola, i primi amori, le prime delusioni sentimentali, le gioie e le paure, il tutto tra stupore e meraviglia. I risultati infatti sono imprevedibili: di come una fase della crescita si lega a quella successiva, dando luogo ad un’esperienza profondamente personale basata sugli eventi che ci plasmano, e sulla natura mutevole delle nostre vite.

All’inizio della storia, gli occhi sognanti del piccolo Mason devono affrontare un grande cambiamento:  la sua amata e combattiva mamma single Olivia (Patricia Arquette) ha deciso che lui e sua sorella maggiore Samantha (Lorelei Linklater) devono trasferirsi a Houston in occasione di un riavvicinamento del padre spesso assente, Mason Senior (Ethan Hawke) che fa ritorno dall’ Alaska. Inizia così una nuova vita movimentata. Eppure, malgrado un vai e vieni di genitori naturali ed acquisiti, ragazze, insegnanti e capi, pericoli, desideri e passioni creative, Mason inizia a spianare il suo percorso.

Coltrane con Ethan Hawke

Coltrane con Ethan Hawke

L’idea di Richard Linklater, quella di descrivere un dramma contemporaneo filmandolo nel suo compiersi naturale, è nata 12 anni fa. Il racconto del passaggio dalla fanciullezza all’adolescenza sembrava per lui un’impresa proibitiva: “E’ stato come fare un grande atto di fede verso il futuro, ” riflette Linklater. “La maggior parte degli sforzi artistici per forza di cose devono essere mantenuti sotto controllo, mentre in questo caso alcuni elementi erano fuori dal controllo di chiunque. Inevitabilmente ci sarebbero stati cambiamenti fisici ed emotivi, e questo è stato considerato. Ero sempre attento a rimanere fedele all’idea originale che avevo del progetto, ed alla realtà dei cambiamenti che avrebbero subìto gli attori lungo la strada. In un certo senso, il film è il frutto di una collaborazione con il tempo; e il tempo stesso a sua volta può diventare un ottimo collaboratore, sebbene non sempre prevedibile“. Alla fine i mesi di produzione sono stati 144.

Boyhood_002

Un progetto simile alla trilogia Before (Sunset-Midnight-Sunrise) che Linklater ha girato nell’ultimo quindicennio che vede protagonista una coppia in tre momenti diversi dell’evoluzione del loro rapporto: “Il tempo è chiaramente un elemento importante nei film di Before“, osserva Linklater, “ma qui si tratta di descrivere brevi momenti di una fase temporale più ampia, e di come il tempo lentamente e gradualmente ci condiziona“.

Alla base della struttura di Boyhood si evince un senso dinamico del movimento, che permette al pubblico di essere acutamente consapevole del passar del tempo, pur lasciandosi intrappolare nella morsa degli eventi che giorno per giorno si succedono durante l’adolescenza di Mason. Per dare continuità alle immagini, Linklater ha deciso di girare interamente in 35mm. Un’idea di fluidità, proprio come la vita reale, in cui si è tenuto conto  delle transizioni infinite della sfera culturale nel corso dei 12 anni in cui è stato girato il film. Cambiamenti riferiti agli abiti, alle tendenze del design, il morphing dei dispositivi tecnologici che si sono imposti sulla società e soprattutto la musica, per evidenziare anche in maniera sottile, tutti i cambiamenti del periodo, vero e proprio specchio della cultura del momento.

Patricia Arquette è Olivia

Patricia Arquette è Olivia

La durata complessiva del film è di 163 minuti. Dodici anni di vita che il protagonista Ellar Coltrane ha così spiegato: “vedere il film completo è stato un momento molto intenso, perché appariva una parte di me che normalmente non consideravo“, spiega. “Ed allo stesso tempo era un momento intimo, molto profondo e sorprendente. E’ una finestra dell’esistenza umana, e per molti versi il personaggio principale è, come dice Rick, il tempo stesso. Non ho mai visto niente di simile. Ho visto una parte della mia vita, ma penso che sia un concetto esteso a tutti, perché arriva a qualcosa che sfugge a molti di noi: l’apprezzare i momenti per come sono.”

 “Il tempo è un fiume che mi trascina, ma sono io quel fiume”

Jorge Luis Borges