DSCF2860

Sophia Loren, Giuseppe Tornatore e Ennio Morricone nel film di Dolce&Gabbana

Dolce&Gabbana, per lanciare la nuova fragranza Dolce Rosa Excelsa, hanno scelto di realizzare un cortometraggio con tre premi Oscar del nostro cinema italiano: Giuseppe Tornatore alla regia, Sophia Loren come attrice e il Maestro Ennio Morricone come compositore della colonna sonora. Il film racchiude i simboli più significativi del mondo Dolce&Gabbana: c’è la Sicilia, ci sono i giovani e c’è l’antica e gioiosa tradizione di condividere il momento di festa.

Il film di Dolce Rosa Excelsa ha inizio con l’incedere deciso di Sophia. Madre di una famiglia di cinque figli maschi, che guida con straordinario piglio femminile nell’impresa di restaurare una grande tenuta siciliana. L’antica dimora di famiglia, Villa Valguarnera di Bagheria, nelle vicinanze di Palermo, è abbandonata ed erosa dal tempo.

Sophia ne custodisce la chiave tra le sue mani. Apre la serratura, spalanca la porta che da su un grande salone coperto da detriti e polvere. “Coraggio!”, dice ai figli. Si rimbocca le maniche e dà il via ai lavori. Crollano muri, emergono affreschi preziosi, si issano travi dal tetto e si tagliano rami secchi in un giardino ormai dimenticato. Sophia, al lavoro con loro. In sottofondo, le note della colonna sonora composta da Ennio Morricone.

Passione e volontà sono i motori dell’azione: la casa torna allo splendore del passato e per celebrare l’impresa si invita il paese di Bagheria a festeggiare. Nel giardino si affacciano ragazze in abito da festa. Kate King è la bellissima Rosa che cattura l’attenzione del più giovane dei figli di Sophia. Lui, invaghito dalla sua bellezza, coglie per Kate il fiore più prezioso del giardino: una Rosa color carminio.

Lei la avvicina al viso mentre dal rosso bocciolo scivola una goccia di rugiada. Sorride e picchietta l’acqua del fiore dietro il collo, come fosse il più naturale e puro dei profumi.  Sophia è in casa, davanti allo specchio, un ultimo tocco di rossetto, un gesto di pura femminilità, poi scende nel giardino in festa. Kate la avvicina e le porge la rosa. Sophia la guarda e sussurra: “Meravigliosa!”.  È un incontro tra due donne di generazioni diverse, simbolico, carico di bellezza e tradizione. Un fluire intenso di temperamento e delicatezza.

Per Domenico Dolce e Stefano Gabbana è stato “un sogno e un onore lavorare con tre eccellenze del cinema italiano che hanno portato la nostra arte nel mondo”. Tre grandi personalità  che gli stilisti descrivono così: “Sophia Loren è il simbolo della bellezza italiana nel mondo; di Giuseppe Tornatore amiamo la sensibilità, la sua Sicilia è la nostra Sicilia e lavorare con lui è sempre molto naturale; le musiche di Ennio Morricone fanno parte della nostra cultura da sempre e regalano alla storia un’atmosfera festosa e italiana”.