Shooting the Mafia

Storie di Strada, Letizia Battaglia e Palermo in una rassegna cinematografica

In occasione della mostra Letizia Battaglia – Storie di Strada, che sarà visitabile presso Palazzo Reale dal 5 dicembre 2019 al 19 gennaio 2020, MIC – Museo Interattivo del Cinema propone una rassegna cinematografica dedicata alla fotografa Letizia Battaglia e alla sua città natale, Palermo, che si terrà dal 10 al 21 dicembre. Fotografa di fama internazionale, Letizia Battaglia ha saputo catturare nei suoi scatti l’autenticità di Palermo tratteggiandone miseria e splendore, immortalando tradizioni, momenti di vita quotidiana, volti, quartieri e strade, fino a documentare i lati più oscuri della città, la mafia e le sue conseguenze.

Letizia Battaglia, da "Shooting the Mafia"

Letizia Battaglia, da “Shooting the Mafia”

La rassegna

La rassegna proposta da Fondazione Cineteca Italiana prenderà avvio martedì 10 dicembre alle ore 18 con una proiezione esclusiva (ingresso a invito) del film Letizia Battaglia – Shooting the Mafia, del regista Kim Longinotto, un intimo e privato racconto (al cinema nei primi mesi del 2020) di Letizia Battaglia sulla sua vita e la sua carriera. Per l’occasione saranno presenti in sala i curatori della mostra Letizia Battaglia – Storie di Strada. 

Mercoledì 11 dicembre alle ore 17 si prosegue con La Mafia Non è Più Quella di Una Volta di Franco Moresco, premio speciale della giuria quest’anno alla 76ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, un film nato da un lavoro che lo stesso regista aveva dedicato alla fotografa Letizia Battaglia. Giovedì 12 dicembre alle ore 15 verrà proiettato il film Tano da Morire di Roberta Torre, opera prima della regista vincitrice anche del Premio Luca De Laurentis alla 54ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia nel 1997, ispirato alla storia vera dell’omicidio dell’esponente della mafia Tano Guarrasi, mentre alle ore 17 è la volta di Via Castellana Bandiera di Emma Dante, in cui due giovani donne si perdono per le strade della città finendo a fare i conti con se stesse in via Castellana Bandiera.

"Palermo Shooting" di Wim Wenders

“Palermo Shooting” di Wim Wenders

In esclusiva venerdì 13 dicembre alle ore 15 verrà proposto Palermo Shooting di Wim Wenders, film sulla decisione del fotografo tedesco Finn Gilbert, sopravvissuto a un incidente stradale, di abbandonare la propria vita frenetica per incominciarne una a Palermo. Sabato 14 dicembre alle ore 15 verrà proiettato Una Storia Senza Nome di Roberto Andò ispirato alla vera storia del furto de La Natività di Caravaggio avvenuto a Palermo nel 1969, intorno a quale si svolgono le vicende che coinvolgono la segretaria di produzione cinematografica Valeria.

Domenica 15 dicembre ore 17 verrà invece proposto Battaglia di Daniela Zanzotto, sulla storia di Letizia Battaglia e la sua capacità di immortalare il dolore, le stragi e le azioni efferate della mafia palermitana. A seguire Amore Amaro di Francesco Reganato, documentario su una delle mostre più importanti dedicate ai lavori di Letizia Battaglia, tenutasi nel 1986, che ha saputo raccontare Palermo attraverso gli intensi scatti della fotografa. Il Traditore di Marco Bellocchio è il film di martedì 17 alle ore 16. Film che ha ottenuto un enorme successo di pubblico, vincitore indiscusso dei Nastri d’Argento 2019, è la storia del primo pentito di mafia, Tommaso Buscetta, che permise ai giudici Falcone e Borsellino di comprendere l’organizzazione Cosa Nostra.

.

“Il Traditore” di Marco Bellocchio

Venerdì 20 dicembre alle ore 15 è in programma un film di animazione d’autore ispirato dal romanzo omonimo di Dino Buzzati: La Famosa Invasione Degli Orsi in Sicilia di Lorenzo Mattotti. Ambientato in una Sicilia remota, il film mette in scena l’incontro-scontro tra la comunità degli orsi e quella degli uomini. La rassegna proseguirà fino a sabato 21 dicembre con le repliche dei film più intensi e significativi.