COP

Esuli, le storie dei rifugiati in tre documentari

Sarà presentato in anteprima assoluta all’interno della prima edizione di Visioni dal MondoImmagini dalla Realtà, il Festival Internazionale del DocumentarioEsuli, una trilogia di documentari dedicati ai rifugiati che vuole approfondire le storie di chi vive lontano dal proprio Paese di origine, spesso in situazioni di precarietà abitativa, sanitaria, lavorativa, economica, sociale ed educativa.

1

I tre documentari, ciascuno di un’ora circa, indagano le “ragioni dell’esilio”: i conflitti e le guerre; le persecuzioni politiche, razziali e religiose; i cambiamenti ambientali e il depauperamento delle risorse naturali. Si inizia oggi con Esuli – Le Guerre per la regia di Barbara Cupisti, film dedicato ai profughi di guerra ed è stato realizzato in Turchia e Giordania tra i profughi siriani e palestinesi e in Kenya tra i profughi somali.

Sabato 12 dicembre verrà invece proiettato Esuli – Tibet che si concentra sulle storie di esodo di coloro che sono stati costretti ad allontanarsi dal proprio Paese a causa di persecuzioni di razza, religione, nazionalità, appartenenza ad un determinato gruppo sociale od opinione politica. In particolare, il documentario narra la vicenda dei profughi tibetani ed è stato realizzato in India, sede del Parlamento tibetano in esilio.

2

Infine, domenica 13 ecco EsuliL’Ambiente, il terzo documentario dedicato ai “rifugiati ambientali” e agli esuli da “conflitti ambientali” ovvero a tutte quelle situazioni in cui il degrado ambientale, il depauperamento delle risorse, l’inquinamento, i disastri naturali hanno determinato, per centinaia di comunità sparse nel mondo, l’impossibilità di garantirsi mezzi di sostentamento nei propri territori. I Paesi coinvolti in questo documentario sono il Brasile e gli Usa (California).