lo-spiraglio-0

La settima edizione de Lo Spiraglio celebra Paolo Virzì

Si svolgerà a Roma dal 31 marzo al 2 aprile 2017 presso il MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo la settima edizione de Lo Spiraglio Filmfestival della Salute Mentale, evento di corti e lungometraggi, diretto da Federico Russo e Franco Montini, rispettivamente per la parte scientifica ed artistica. Il festival è nato con lo scopo di raccontare il mondo della salute mentale attraverso le immagini. L’idea è quella di aprire, grazie al cinema, uno spiraglio sulla mente e di permettere uno sguardo reciproco, fra pubblico, autori, e persone coinvolte in un percorso di cura o di cambiamento.

"Padiglione 25"

“Padiglione 25”

I film saranno presentati in concorso dagli stessi autori e il panorama delle opere selezionate propone viaggi alla scoperta di mondi sconosciuti, indagini su dichiarate patologie, ma anche riflessioni sul disagio psichico, con protagonisti di ogni età e ambientazione. Numerosi gli eventi speciali del festival, dalle proiezioni per le scuole, all’incontro Lacci – Legami Familiari tra Eredità e Ribellione, previsto per sabato 1 aprile alle ore 21:00, una conversazione sul tema genitori e figli con letture dell’attrice Maria Cristina Blu e interventi di Domenico Starnone, scrittore e sceneggiatore, autore di Lacci, libro diventato anche uno spettacolo teatrale; Gianni Amelio, regista e autore del libro autobiografico Politeama; Maurizio Balsamo, psichiatra psicoanalista e Antonello D’Elia, psichiatra psicoterapeuta familiare.

Tra i lungometraggi presentati, il documentario Padiglione 25 – Il Diario Degli Infermieri in un Reparto Autogestito, di Massimiliano Carboni, con la voce narrante di Giorgio Tirabassi. Un film che dà voce agli infermieri, i soggetti più in ombra nei movimenti che negli anni ’70 hanno contestato il manicomio e cercato di trasformare la psichiatria. Altro documentario – appena premiato con il David – è Crazy For Football, di Volfango De Biasi, racconta la prima nazionale italiana di calcio a 5 che partecipa ai Mondiali per pazienti psichiatrici, a Osaka. La regista serba Tamara von Steiner ha quindi realizzato Controindicazione, un doc sull’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Barcellona Pozzo di Gotto, dal 2015 in graduale dismissione. Qui venivano rinchiusi pazienti psichiatrici autori di reato con proroghe di reclusione che potevano durare decenni o, come accadeva più spesso, fino alla morte.

"Crazy For Football"

“Crazy For Football”

Altro doc, Cristina – Il Racconto di una Malattia, di Silvia Chiodin, la storia di Cristina Marcato, raccontata nel libro Non Spegnere la Luce. Viaggio in una Psicosi, in cui la protagonista/autrice racconta la propria storia ed esperienza di malattia e guarigione. Claudia Brignone ha invece diretto La Malattia del Desiderio, che racconta del Ser.T, il servizio per le tossicodipendenze del quartiere Fuorigrotta di Napoli, a due passi dallo stadio San Paolo, dove si intersecano storie e vite di operatori e pazienti. Le Ragazze di Villa Biondi è invece diretto da Melania Cacucci, che ha realizzato questo documentario con il materiale di backstage de La Pazza Gioia di Paolo Virzì – vincitore del David come Miglior Film e Miglior Regia – raccontando la partecipazione alle riprese di sette donne non-attrici, sei pazienti psichiatriche dell’Asl di Pistoia e una giovane ragazza di Livorno con deficit motori e cognitivi. La regista Alessandra Balloni racconta quindi, in Sigmund Freud Origini e Attualità della Psicoanalisi l’impatto rivoluzionario del pensiero di Freud sulla cura dei disturbi mentali.

Tra i cortometraggi in cartellone: Senza Occhi, Mani e Bocca di Paolo Budassi (foto copertina); Il Profumo Delle Stelle di Francesco Felli, con Alessandro Haber che interpreta un pittore e poeta, ispirato dalla figura di Nicola Fanizzi ad alla sua incapacità di vivere oltre i confini del Santa Maria della Pietà, il Manicomio di Roma dove era stato ricoverato per quasi trent’anni (nel cast anche Giorgio Colangeli);  Salifornia di Andrea Beluto. Il festival coinvolge anche le scuole con la proiezione, dedicata agli studenti delle superiori, venerdì 31 marzo alle ore 10:00 presso l’Auditorium del MAXXI, del film Piuma, di Roan Johnson, alla presenza del regista e del protagonista maschile Luigi Fedele. Sabato 1° aprile alle ore 11.00 sarà proiettato, alla presenza del regista e fuori concorso, il lungometraggio Ritratti di Vite di Marco Bonfante.

"Senza Occhi, Mani e Bocca"

“Senza Occhi, Mani e Bocca”

Nella serata finale del festival, la Giuria – composta da Edoardo Albinati, Maria Sole Tognazzi, Valia Santella, Francesco Borgia e Daniela Pezzi – assegnerà il Premio “Fausto Antonucci” di 1.000 euro al miglior cortometraggio e il Premio “Jorge Garcia Badaracco – Fondazione Maria Elisa Mitre” di 1.000 euro al miglior lungometraggio. Il festival, inoltre, consegnerà il Premio Lo Spiraglio – Fondazione Roma Solidale onlus al regista Paolo Virzì, quale cineasta particolarmente sensibile e interessato ai temi legati al mondo della salute mentale. Virzì sarà protagonista di un incontro con il pubblico dove rivisiterà film e sequenze che raccontano il disagio psichico.