Mary Fiore Strega 0

Mary e il Fiore Della Strega, la nuova emozionante eroina di Hiromasa Yonebayashi

Tratto dall’omonimo romanzo di Mary Stewart (lo trovate QUI), dal 14 al 20 giugno arriva al cinema come evento Mary e il Fiore Della Strega, il film d’animazione diretto da Hiromasa Yonebayashi che, dopo vent’anni trascorsi allo Studio Ghibli, ha fondato il nuovo Studio Ponoc.


Mary e il Fiore Della Strega è un’incantevole miscela di magia e fantasia che coinvolgerà il pubblico in un’avventura unica e autentica. Grazie a personaggi unici, vicende divertenti e un’animazione in pieno stile Studio Ghibli, questo nuovo film d’animazione ci racconta il magico mondo di una scuola per streghette. Ma questa strana e misteriosa scuola non è Hogwarts e la nostra eroina non è nemmeno una strega.

Dopo la chiusura del reparto produzione dello Studio Ghibli, il regista Hiromasa Yonebayashi ha dovuto pensare a cosa fare dopo aver realizzato Quando C’era Marnie. È stato un momento difficile, come racconta lui stesso: “non c’era più alcuna certezza, avendo lavorato solo all’interno di un ambiente protetto come quello della Ghibli, sarei stato capace di ricominciare da zero e arrivare a realizzare un intero lungometraggio? Senza staff e senza neanche uno studio di produzione, sarei stato in grado di trovare i fondi necessari? Eppure, nonostante tutte le mie insicurezze, continuavo ad animare perché sapevo che quello era il mio lavoro”.

Mary Fiore Strega 1

Così, ammiratori delle produzioni della Ghibli e professionisti di talento del mondo dell’animazione giapponese hanno unito le loro forze per fondare una nuova società di produzione chiamata Studio Ponoc: “ho trascorso circa vent’anni allo Studio Ghibli, lavorando con Isao Takahata e Hayao Miyazaki – continua Yonebayashi le competenze e la mentalità che ho acquisito lì sono i miei tesori. Ora, con quei tesori racchiusi nel cuore, ho dato il massimo per realizzare questo nuovo film”.

Il regista, insieme al suo team, ha fatto di tutto per rendere Mary e il Fiore Della Strega un’esperienza in grado di suscitare emozioni e meraviglia nel pubblico: “penso che sia una storia che parla di bambini che dovranno vivere nel tempo a venire. È una storia che parla di come si vive in un mondo in cui la magia del XX° secolo ha perso il suo potere”.

Mary Fiore Strega 2

La storia del film è tratta dal racconto per bambini La Piccola Scopa, scritto nel 1971 dall’autrice inglese Mary Stewart, molto tempo prima di Kiki-Consegne a Domicilio e della serie di Harry Potter. Per questo film il regista ha esplorato il mondo delle ‘streghe’, lo stesso scelto in passato dal maestro Hayao Miyazaki. Tutto ha avuto inizio quando il produttore Yoshiaki Nishimura è rimasto incantato da un frammento di dialogo letto nella storia originale: “E non sarebbe giusto usare il libro degli incantesimi per aprire la porta principale. Lo farò nel modo in cui si è sempre fatto, anche se ci vorrà più tempo…”.

I punti di forza dei film di Hiromasa Yonebayashi sono le sue meravigliose ed elaborate scenografie, e la sua straordinaria tecnica di animazione. In questo nuovo film ha infuso tutto il know-how e lo spirito creativo acquisiti nel corso dei quasi vent’anni passati allo Studio Ghibli, realizzando un prodotto di altissimo livello, in grado di divertire e commuovere spettatori di ogni generazione.

Mary Fiore Strega 3

La nostra protagonista è una ragazzina lentigginosa e dai capelli rossi di nome Mary. È allegra e vivace, giovane e innocente, ma i suoi modi impacciati le complicano la vita. Quando trova un fiore proibito, il “Fiore della Strega”, Mary viene trascinata in una straordinaria avventura. Mary si trasforma in una strega usando le proprietà magiche del Fiore e comincia ad essere ammirata e considerata una ragazzina dai poteri straordinari. Ma si tratta di poteri solo temporanei. Per mantenere una promessa, Mary intraprende un viaggio alla ricerca della verità, ma è proprio allora che perde tutti i suoi poteri di strega.

Il regista Yonebayashi ha sempre cercato di trasmettere attraverso le protagoniste dei suoi film un messaggio preciso, quello di “avere il coraggio di vivere”. In Arrietty si trattava di una ragazzina che affrontava l’ignoto, essendo alla mercé del destino. In Quando C’era Marnie la giovane eroina affrontava la solitudine per poter andare avanti. In questo nuovo film la sua eroina Mary mostra che il coraggio può superare la magia.

Mary Fiore Strega 4

Ritrovatasi in un mondo magico, Mary affronta molte avventure divertenti e spaventose, ricche di emozioni, brividi e suspense, volando nel cielo, oltre le nuvole. Dopo tutte queste incredibili avventure, si ritrova senza più alcun potere magico, con una semplice scopa e una promessa fatta. È a questo punto che Mary scopre la vera forza che è dentro di lei.