partisan

Pop Up Cinema propone una rassegna in una nuova sala virtuale

Pop Up Cinema di Bologna, in collaborazione con BPER Banca, approda adesso in una sala virtuale da 2604 posti (3 volte il numero dei posti del Pop Up Medica Palace) che, dal 10 al 19 aprile, porterà il pubblico italiano ad incontrare ogni sera film e autori che meritano di essere conosciuti. Una vera e propria rassegna virtuale pensata per questo periodo (a sostegno della campagna #iorestoacasa) e realizzata insieme a MyMovies. La partecipazione è gratuita ma, dato che i posti in sala saranno limitati, è preferibile prenotarsi all’indirizzo www.mymovies.it/popupcinema.

.

“Ancora Un Giorno”

Programma

Venerdì 10 aprile – Ancora Un Giorno di Raúl de la Fuente, Damian Nenow

«Fai in modo che non ci dimentichino». È questo l’imperativo che risuona nella mente del reporter Ryszard Kapuściński mentre percorre le strade sterrate e i villaggi dell’Angola in piena guerra civile per raccontare al mondo le storie di chi sta vivendo quei tragici giorni; come il riluttante comandante Farrusco, che ha deciso di schierarsi con i più deboli, o l’affascinante guerrigliera Carlota, che anziché sparare alle persone vorrebbe guarirle. Finché, nei suoi peregrinaggi, il giornalista entra in possesso di una notizia che, se divulgata, potrebbe cambiare le sorti della guerra fredda e causare la morte di migliaia di persone. Il suo dovere di cronista gli imporrebbe di diffonderla, ma come può la sua coscienza sopportare un simile peso?

Sabato 11 aprile – Summer di Kirill Serebrennikov

Leningrado, un’estate dei primi anni Ottanta. In barba alla censura della Russia Sovietica, Mike (Roman Bilyk) e la sua band hanno una passione sfrenata per il rock che arriva illegalmente dagli Stati Uniti. Un giorno d’estate, fra birre, chitarre e falò, Mike e sua moglie Natasha (Irina Starshenbaum) conoscono Viktor (Teo Yoo), musicista emergente. È un colpo di fulmine: Mike lo prende sotto la sua ala, mentre fra Viktor e Natasha nasce un delicato gioco di emozioni contrastanti. Summer è un film romantico che riporta l’incanto di un mondo sospeso, in cui una generazione piena di ideali si affacciava al mondo cercando, forse in modo naïf, di cambiarlo.

Domenica 12 aprileDiamantino – Il Calciatore Più Forte Del Mondo di Gabriel Abrantes e Daniel Schmidt

Diamantino (Carloto Cotta) è un campione di calcio di fama mondiale. È un Cristiano Ronaldo, un piede d’oro, un inarrestabile genio del pallone. Finché, un brutto giorno, tutto il genio sparisce irrimediabilmente nel nulla. Attraverso le bizzarre vicende del suo protagonista, tra visioni mistiche, barboncini giganti e figure pastello superkitsch, Diamantino si veste da commedia stravagante per giocare con intelligenza con i conflitti della contemporaneità: dal culto delle celebrità all’ascesa dei deliranti pensieri antieuropeisti e dei populismi xenofobi.

.

“Diamantino”

Lunedì 13 aprileDio Esiste e Vive a Bruxelles di Jaco Van Dormael

«Dio esiste e vive a Bruxelles. Appartamento tre camere con cucina e lavanderia, senza una porta di entrata e di uscita. Si è parlato molto di suo figlio, ma poco di sua figlia… sua figlia sono io». Non è facile essere la figlia di Dio. Ea (Pili Groybe), undici anni, lo sa bene: suo padre – anzi, suo Padre (Benoit Poelvoorde) – è odioso e antipatico e passa le giornate a rendere miserabile l’esistenza degli uomini. Dopo l’ennesimo litigio, Ea scende tra gli uomini per scrivere un nuovo Nuovo Testamento che ci permetta di cercare la nostra felicità; ma, prima di andarsene, usa il computer del Padre per liberarci dalla più grande delle nostre paure inviando a ciascun essere umano un sms con la data della propria morte.

Martedì 14 aprile – Partisan di Ariel Kleiman

Alexander (Jeremy Chabriel) è il maggiore di numerosi bambini che vivono in una struttura situata nella periferia di una piccola cittadina. Tra le mura di questa struttura, Alexander è stato cresciuto da un patriarca solitario di nome Gregori (Vincent Cassel), sua madre Susanna e un gruppo di donne – madri degli altri bambini e tutte parte della sua famiglia estesa. Gregori è una figura misteriosa, carismatica e affascinante. Ha creato un porto sicuro e nel corso degli anni ha ampliato la sua famiglia estesa, offrendo ai vari “reclutati” un’alternativa idilliaca alla realtà infernale che secondo lui si trova al di là delle mura della struttura.

Mercoledì 15 aprileJimi: All By My Side di John Ridley

Il film dedicato a Jimi Hendrix (André Benjamin, conosciuto come André 3000, frontman degli Outkast), colui che ha cambiato il destino del rock e che con il suo stile inconfondibile trasformò una chitarra nel simbolo di una generazione, tanto forte da spezzare ogni catena.

André 3000 e Imogen Poots in "Jimi: All Is by My Side"

André 3000 e Imogen Poots in “Jimi: All Is by My Side”

Giovedì 16 aprileQuando Eravamo Fratelli di Jeremiah Zagar

Noi tre. Fratelli. Noi re, inseparabili. Tre bambini affrontano l’infanzia nella loro città natale nella campagna di New York, e rispondono come possono al precario affetto dei loro genitori. Il loro amore è capace di fare e disfare una famiglia molte volte. Mentre Manny (Isaiah Kristian) e Joel (Josiah Gabriel) crescendo diventando sempre più simili al padre, la mamma (Ma, interpretata da Sheila Vand) cerca di tenere il più piccolo, Jonah (Evan Rosado), “nel bozzolo” di casa. Più sensibile e consapevole dei suoi fratelli maggiori, Jonah abbraccia un mondo di immaginazione che è solo suo.

Venerdì 17 aprileAll The Sleepless Nights di Michal Marczak

Il film che ha incantato il Sundance Film Festival e rivelato il talento di Michal Marczak, premiato come miglior regista. Avere vent’anni e la possibilità di vivere la propria vita oltre ogni limite. Kris ha appena rotto con la sua fidanzata e gli si apre davanti un mondo pieno di occasioni. Lui e il suo amico Michal iniziano a esplorare le notti della metropoli, da un party sulla spiaggia a un rave improvvisato, bevendo, ballando, abbandonandosi alla vita notturna e ai suoi incontri, alla sua aria intrisa di romanticismo, grandi idee e sesso.

Sabato 18 aprile – Frank di Lenny Abrahamson

Nel mondo della musica alternativa, i Soronprfbs – un nome impronunciabile – sono il non plus ultra degli outsider. Sono una band geniale, sgangherata e a malapena funzionante, costruita intorno a Frank (Michael Fassbender), un genio della musica instabile ma carismatico che indossa continuamente una grande testa finta di cartapesta con lineamenti disegnati grossolanamente – proprio come Daniel Johnston si nascondeva dietro a un sorriso cartoonesco. La sua collaboratrice più stretta è Clara (Maggie Gyllenhaal); in parte badante, in parte aguzzina, Clara è l’antitesi di tutto ciò che è mainstream. Completano la formazione della band Nana (Carla Azar), batterista alla Moe Tucker, e Baraque (Francois Civil), bassista francese.

Petr Skvortsov

“Parola di Dio”

Domenica 19 aprileParola di Dio di Kirill Serebrennikov

Alle  ragazze  non  dovrebbe  essere  concesso  di partecipare alle lezioni di nuoto in bikini. Insegnare educazione sessuale a scuola è sbagliato. L’evoluzionismo è  una teoria non provata e dovrebbe essere affiancata al creazionismo. Sono queste e altre le osservazioni che il giovane Veniamin (Petr Skvortsov), in piena crisi mistica, muove a chi gli sta intorno, citando a memoria i passi più cruenti della Bibbia e tentando di imporre anche ai suoi compagni di scuola la sua ortodossia estrema. L’unica voce che si contrappone a lui è quella di Elena (Victoria Isakova), giovane professoressa di biologia cresciuta alla scuola della scienza e del razionalismo. Ma come si può rispondere con la sola Ragione a chi nutre una Fede cieca?